Info: +39 0721 482733

Via Gagarin, 173 Pesaro

Lun/Ven: 09:00 - 18:00

Assistenza e Informazioni

Finanziamenti Agevolati

Approfitta degli Incentivi

Impianto a pompa di calore: i vantaggi del recupero energetico

impianto pompa di calore pesaro

Negli ultimi anni il settore energetico ha compiuto notevoli passi in avanti per quel che riguarda il risparmio e l’efficientamento degli impianti. Nuove tecnologie sono apparse sul mercato offrendo a cittadini e imprese la possibilità di ottimizzare le prestazione dei propri impianti di riscaldamento sia civili che industriali. Una delle novità più interessanti è certamente rappresentato dal cosiddetto impianto a pompa di calore che permette di recuperare l’energia termica solitamente prodotta dalla caldaia “classica” e dissipata nell’ambiente. Per questo motivo un sistema caldaia/impianto a pompa di calore può effettivamente rappresentare un’ottima soluzione per il recupero e il risparmio energetico.

Come funziona un impianto a pompa di calore

Il principio di funzionamento di un impianto a pompa di calore è molto semplice e intuitivo: senza scendere in particolari tecnici la pompa di calore consente di recuperare l’energia termica dissipata nell’aria, nell’acqua e nel terreno e di immetterla nuovamente in circuito per il riscaldamento e la climatizzazione ottimale degli ambienti. Può quindi essere classificata come sistema avanzato per la produzione di energia da fonti rinnovabili, perchè non prevede combustioni “a monte”. Si tratta dunque di un impianto ad elevata efficienza energetica che permette di ottenere risparmi sul consumo annuale fino al 60% con conseguente riduzione dell’anidride carbonica immessa nell’ambiente.

Impianto a pompa di calore abbinato a caldaia a metano o a gasolio

Dunque l’impianto a pompa di calore offre ampie garanzie sia in termini di risparmio energetico puro e semplice sia per quel che riguarda l’eco-sostenibilità dell’impianto stesso che punta a una riduzione sostanziale dell’emissioni di gas serra. L’impianto a pompa di calore è utilizzato di solito in abbinamento con sistemi di riscaldamento classici, come impianti a metano o a gasolio in grado di assicurare livelli di tepore ottimali anche nei periodi più rigidi dell’anno, come accaduto ad esempio nelle ultime settimane in provincia di Pesaro dove la colonnina di mercurio è scesa per diversi giorni sotto lo zero.

Lascia un commento

La tua email non verrà pubblicata. *Campi obbligatori.